MINDFULNESS, FIORI AUSTRALIANI, RIMEDI NATURALI

Come superare i problemi di insonnia

Scopri i nostri articoli gratuiti sulla mindfulness, come praticarla e i benefici  all’interno del blog di “Accademia Crescita Personale”

Come superare i probIemi di insonnia

L’insonnia si avverte quando si ha la percezione soggettiva od oggettiva della diminuzione della durata del sonno:

  • soggettivaperché si possono compiere le ore adeguate di sonno eppure non sentire di aver fatto un riposo ristoratore,
  • oggettivaperché non si è dormito abbastanza per fare recuperare al corpo e alla mente le forze per affrontare la giornata.

L’insonnia può essere occasionale legata per lo più a fattori transitori come un particolare pensiero del momento, una malattia passeggera, un evento del momento, una particolare temperatura, etc., o cronica, quando l’insonnia dura nel tempo.

Quando l’insonnia si manifesta in assenza di malattia fisica, possiamo riscontrare le cause in fattori psicologici ed emotivi, e quindi,come detto in precedenza, legata a preoccupazioni (famiglia, lavoro, denaro,etc.) le quali causano ansia e stress. A volte, invece, la causa di insonnia, può essere legata alla presenza di fattori ambientali.
Le conseguenze dell’insonnia hanno un impatto assai negativo sul benessere individuale. Ci si trova assonnati, poco concentrati, con problemi di memoria per non parlare della irritabilità e della stanchezza generale e in più, soggetti a malattie e infezioni a causa dell’ abbassamento del nostro sistema immunitario.
Il nostro corpo ha bisogno di riposo per recuperare le forze ed essere in piena forma!

Studi scientifici dimostrano che le persone con insonnia possono trarre beneficio dalla pratica della meditazione a livello sia qualitativo che quantitativo del sonno, ossia dormire meglio e di più!

Nello specifico dell’insonnia, l’efficacia della mindfulness è data, oltre che dal decentramento dei pensieri e dalla diminuzione del rimuginio, anche dall’incoraggiamento ad osservare i propri pensieri legati all’insonnia e a relazionarsi con loro con un’ottica di accettazione.
Tra le diverse pratiche mindfulness quella più “adeguata” a questa problematica è il body scan.

Body Scan

La pratica  prende spunto da un’antichissima pratica yogica: lo yoga nidra.  È un metodo che, se applicato in modo costante e sistemico, induce un completo rilassamento fisico, mentale ed emozionale. Si esegue sdraiati e con la rotazione sistematica della consapevolezza nelle varie parti del corpo. L’obiettivo consiste nel sentire ogni parte del corpo e soffermarsi su di essa restando presenti. Con l’attenzione facciamo entrare e uscire il respiro e, come nella meditazione seduta, ogni volta che ci accorgiamo del vagare della mente, in modo gentile riportiamo l’attenzione alla parte del corpo che stavamo esaminando.

La pratica del body scan consente di identificare le zone problematiche accanto a quelle in perfetta funzione.La visualizzazione delle diverse aree problematiche si accompagna ad una serie di processi mentali tra cui:

  • accettazione piena senza giudizi
  • ed eliminazione o riduzione delle reazioni emotive avverse.

Inoltre, considerata l’efficacia della pratica, gli studiosi hanno di recente messo a punto un nuovo protocollo: la Mindfulness-Based Therapy for Insomnia (MBT-I).

Non ci segui ancora su Instagram? Clicca qui.

I fiori australiani contro l’insonnia

Esistono alcuni Fiori Australiani in grado di migliorare il sonno e le problematiche ad esso associati come insonnia, risvegli notturni, sonno agitato ecc.

Vi ricordiamo che ciò che crea un’ottima risoluzione del problema è la personalizzazione del rimedio floreale. Se si assume un rimedio floreale non specificatamente idoneo al problema questo potrebbe non funzionare. Quando si parla di insonnia o problemi del sonno, la personalizzazione è d’obbligo poichè le cause possono essere svariate: sia fisiche che emotive.

Vediamo dunque in linea generale quali fiori intervengono a supporto dei vari disturbi del sonno:

Black-eyed Susan: per spezzare l’abitudine che molte persone hanno di stare alzate fino a tardi trovando un sacco di cose da fare: invariabilmente ogni notte dormono poco e in modo insufficiente. È anche indicato per le persone che pensano in continuazione e programmano tutte le cose che devono fare.

Boronia: quando vi sono pensieri ossessivi o  idee che sia affollano e che impediscono alla mente di lacarsi e cedere la sonno.

Bush Iris: aiuta l’orologio biologico ad adattarsi ai diversi fusi orari  o mentre si viaggia.

Crowea: quando una persona non riesce a dormire a causa delle preoccupazioni o perchè si sente squilibrata.

Macrocarpa: di grande utilità per le persone che sono sfinite ed esaurite che, paradossalmente, non riescono a dormire.

Se hai bisogno di capire quali siano i Fiori Australiani più indicati alla tua problematica, qui trovi la TUA soluzione personalizzata. 

Potrai acnche richiedere una sinergia floreale australiana per agevolare il riposo aiutandoti a dormire… e senza “effetti collaterali” come: senso di “rimbambimento”, debolezza e scarsa energia.

Buon riposo!

 

 

 

Alessandro Pancia e Alessandro Da Col

Da oltre 10 anni insegnano a imprenditori, educatori, leader aziendali e persone di ogni estrazione sociale come creare miracoli e la vita che desiderano.

Diventati famosi grazie al Web Program “#meritidiesserefelice – LIVE“, insegnano a migliaia di persone le strategie modernizzate per manifestare ciò che si desidera e hanno formato migliaia di persone in diverse tematiche della Crescita Personale.

{"cart_token":"","hash":"","cart_data":""}