Seleziona una pagina

Fiori Australiani per l'insonnia

I Fiori Australiani per l’insonnia e le tecniche per un sonno rigenerante

 

I Fiori Australiani per l’insonnia

Purtroppo sempre più persone oggi non riescono a dormire bene e hanno bisogno di farmaci per indurre una delle condizioni fisiologiche naturali più importanti: il sonno.
Ecco perchè in questo articolo andremo a vedere i Fiori Australiani per l’insonnia e le tecniche migliori per un sonno rigenerante.

I farmaci per dormire hanno una serie di controindicazioni, soprattutto se assunti per lunghi periodi, poichè hanno effetti anticolinergici ovvero agiscono a livello cerebrale danneggiando il cervello e causando:

  • demenza,
  • perdita di memoria,
  • disfunzioni cognitive,
  • e molto altro.

Dopo anni di farmaci, molte persone notano che cominciano a perdere la memoria, ma non sospettano il colpevole, sebbene esistano molti studi scientifici sull’argomento.

Un notevole danno creato dai farmaci è anche il fatto che non spingono i pazienti ad indagare le cause e i motivi del disturbo del sonno. 
Le cause possono essere diverse:

Tutti questi fattori, reciprocamente connessi, possono indurre uno sfasamente del bioritmo naturale dell’organismo che regola lo stato di veglia e quello di sonno. È necessario dunque lavorare su più aspetti per colmare una mancanza che può essere durata per anni.

8 Tecniche per un sonno rigenerante

Di seguito elenchiamo alcuni suggerimenti che possonono essere utili per migliorare il sonno:

  1. andare a letto presto (entro le 22:00);
  2. staccare le prese della corrente in camera, specialmente quelle vicine al letto;
  3. eliminare le radiosveglie;
  4. avere il buio completo;
  5. rilasciare le tensioni psicoemotive con i Fiori Australiani.
  6. promuovere la produzione di melatonina: esporsi al sole durantre la giornata; meditare; consumare cibi ricchi di triptofano (che viene convertito in serotonina con l’esposizione alla luce solare, e poi in melatonina durante le ore di buio). Clicca qui se vuoi scoprirne di più;
  7. assumere eventualmente tisane che conciliano il sonno: verbena, camomilla, biancospino, passiflora, melissa, tiglio e valeriana. Clicca qui per conoscere le piante e le tisane più idonee alla tua problematica;
  8. eliminare le geopatie dal letto.

I Fiori Australiani per l’insonnia

Esistono alcuni Fiori Australiani in grado di migliorare il sonno e le problematiche ad esso associati come insonnia, risvegli notturni, sonno agitato ecc. Vi ricordiamo che ciò che crea un’ottima risoluzione del problema è la personalizzazione del rimedio floreale. Se si assume un rimedio floreale non specificatamente idoneo al problema questo potrebbe non funzionare.

Quando si parla di insonnia o problemi del sonno, la personalizzazione è d’obbligo poichè le cause possono essere svariate: sia fisiche che emotive.

Vediamo dunque in linea generale quali fiori intervengono a supporto dei vari disturbi del sonno:

Black-eyed Susan: per spezzare l’abitudine che molte persone hanno di stare alzate fino a tardi trovando un sacco di cose da fare: invariabilmente ogni notte dormono poco e in modo insufficiente. È anche indicato per le persone che pensano in continuazione e programmano tutte le cose che devono fare.

Boronia: quando vi sono pensieri ossessivi o  idee che sia affollano e che impediscono alla mente di lacarsi e cedere la sonno.

Bush Iris: aiuta l’orologio biologico ad adattarsi ai diversi fusi orari  o mentre si viaggia.

Crowea: quando una persona non riesce a dormire a causa delle preoccupazioni o perchè si sente squilibrata.

Macrocarpa: di grande utilità per le persone che sono sfinite ed esaurite che, paradossalmente, non riescono a dormire.

Se hai bisgno di far preparare una sinergia di fiori o necessiti di uno in particolare, non sai dove e vorresti riceverli direttamente a casa tua, clicca qui. 

Se hai bisogno di capire quali siano i Fiori Australiani più indicati alla tua problematica, qui trovi la TUA soluzione personalizzata.