Dr.ssa Giuseppina Santacroce – Mindfulness Psicologa

Scopri la tecnica meditativa più efficace per risolvere ansia, paure, emozioni negative, attacchi di panico e molto altro. Mindfulness Psicologa al tuo servizio.

Chi Sono

Professional Mindfulness Psicologa Therapist

Sono una psicologa clinica, specializzata sul lavoro con i gruppi.
Ho completato gli anni di formazione come istruttore MBSR (mindfulness based stress reduction) e MBCT (mindfulness based cognitive therapy) per la certificazione e l’abilitazione all’insegnamento presso il centro di Psicologia Clinica di Pescara.
Negli anni ho approfondito la mia formazione nel campo della psicosomatica ad approccio corporeo presso l’istituto di Psicosomatica PNEI di Bagni di Lucca e nel campo del training autogeno presso il centro IGEA CPS di Pescara.
Mi sono dedicata all’insegnamento della mindfulness nel corso degli ultimi 10 anni in diverse realtà abruzzesi come enti clinici e associazioni sportive e culturali fino ad essere cofondatrice di un centro di yoga e meditazione nella città di Teramo.

La mia Storia

Spero di poter ispirare qualcuno, trasmettere l’idea che il cambiamento è sempre possibile, condividendo qui ed ora, la mia esperienza.
Da sempre sono stata una persona molto sensibile, insicura, ansiosa. Questo mi ha portato, ovviamente, non pochi problemi nel crescere.
Ho avuto una adolescenza problematica e turbolenta come la maggior parte delle persone, e questo è del tutto normale. Il problema è, che la turbolenza è andata ben oltre l’adolescenza invadendo la mia vita in un modo quasi inarrestabile.

Per mettere freno a tutte le angosce in cui mi trovavo inghiottita avevo escogitato un metodo che mi permetteva di non sentire più nulla, ero entrata in una sorta di trance mentale. Questo mi consentiva di sopravvivere, ma ahimè lo facevo in modalità zombie.
Tutti i giorni della mia vita erano appannati, non ero presente, mai.
Per fronteggiare le situazioni in cui non volevo essere con i pensieri, corpo ed emozioni, quelle con un carico emozionale per me insopportabile, mettevo in atto le mie strategie di sopravvivenza, purtroppo, però, senza volerlo, ero arrivata a non essere presente neanche a quelle che al contrario mi davano gioia, come uscire con le amiche, incontrare un nuovo amore o superare a pieni voti un esame all’università.
Non sentivo più niente e non sapevo più come tornare indietro e sinceramente credo che non ero neanche del tutto cosciente che tutto ciò stava accadendo.
Quindi, più o meno all’età di 20 anni, nel pieno della giovinezza, non ero nel mio corpo, non sentivo nulla e viaggiavo, sola, nei miei mondi mentali. La vita – si può dire gli anni migliori della vita – mi scorreva sopra e io non me ne rendevo conto.
Fino a quando, finalmente, questo squilibrio psicofisico ha iniziato a farsi sentire.

Come? Con gli attacchi di panico.

Erano l’ennesima tortura.

Oggi non passa momento che io non sia grata a quel mio chiedere aiuto, in modo contorto, da me stessa per me stessa.
Non e’ facile vivere con questi attacchi, chi ci è passato lo sa bene. Fu lì che decisi che era il momento di agire, e fu sempre lì che mi sono imbattuta “per casualità” in un volantino che promuoveva un seminario dal titolo “incontro tra buddhismo e mindfulness”. Non avevo idea di cosa fosse la mindfulness, ma del buddhismo avevo letto molto, mi aveva sempre affascinato e quindi andai.
Questo seminario ebbe un impatto talmente forte su di me che decisi di prendere contatto con l’istruttore, non persi un incontro, un seminario, qualunque evento, fino a che, con tempo e dedizione diventai io stessa una istruttrice.

Amo divulgare questa pratica, per i benefici che vivo sulla mia pelle, per esser tornata a sentire il mio corpo, le mie emozioni, i miei pensieri, me.

Spero che la mia piccola esperienza possa essere d’aiuto a chi voglia uscire dalla sua “trance mentale”, dalla gabbia che si è costruito per poter gioire della vita, decidere della sua vita e non semplicemente sopravvivere.

Compila questo modulo per contattarmi